Fallimenti

57 asta
Indietro 21 settembre 2017

TRIBUNALE ORDINARIO DI UDINE - Avviso di vendita competitiva fallimentare a prezzo ribassato

La sottoscritta Dott.ssa Paola Cella, dottore commercialista, quale Curatore del Fallimento n. 19/2007, pec f19.2007udine@pecfallimenti.it , avvisa che in data 22 settembre 2017 alle ore 14,30 avrà luogo, presso lo studio del Notaio Lucia Peresson sito in Udine, Via Morpurgo 34, la vendita competitiva a norma dell’art. 107 L.F. dei seguenti beni appresi all’attivo del Fallimento:

LOTTO n. 5

Immobile da adibirsi a negozio/ ufficio sito nel Comune di San Giovanni al Natisone (UD), via Roma, foglio 4, n. 288, sub. 1, cat. C/1, Cl. 4, piano T, mq 96, rendita € 1.502,27, oggetto di divisione consensuale, perfezionata con atto 04 marzo 2016 rep. n. 26502 Notaio Lucia Peresson di Udine.

Con riferimento al presente lotto è stata ricevuta dal Fallimento offerta cauzionata pari ad € 7.000,00.

PREZZO BASE € 7.000,00.


La vendita è soggetta ad imposte di registro, ipotecarie e catastali, secondo la legge vigente.

La vendita sarà effettuata nella situazione di fatto e di diritto in cui i predetti immobili si trovano, come descritto nella relazione di stima redatta dal Geometra Mario Armellini, cui si fa espresso rinvio anche per tutto ciò che concerne l’esistenza di oneri e pesi a qualsiasi titolo gravanti sui beni, il cui costo di cancellazione rimarrà a carico dell’aggiudicatario, e nell’atto di divisione sopra citato, e di cui il Curatore ha tenuto conto nel quantificare il prezzo base, documenti che sono consultabili sul sito internet www.fallimentiudine.com. Si precisa che il Fallimento non predisporrà l’A.P.E. –attestato di prestazione energetica-, il cui onere rimane a carico dell’aggiudicatario.

Le offerte pari o maggiori di cui al prezzo base dovranno essere depositate in busta chiusa entro e non oltre le ore 12,00 del 21 settembre 2017 presso lo Studio del Notaio Lucia Peresson in Udine, Via Morpurgo 34, e con dicitura posta all’esterno della busta: “offerta per il Fallimento n. 19/07 lotto n. 5”.

L’offerta dovrà in ogni caso contenere:

  • l’indicazione del cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, domicilio, stato civile, recapito telefonico, regime patrimoniale del soggetto che si sottoscrive ed a cui andrà intestato l’immobile in caso di aggiudicazione, e, ove l’offerente sia una società, il certificato di iscrizione della C.C.I.A.A. e un documento in originale attestante i poteri conferiti al legale rappresentante ovvero al soggetto che può impegnare la società;
  • se l’offerente è coniugato e in regime di comunione legale dei beni, dovranno essere indicati anche i corrispondenti dati del coniuge;
  • se l’offerente è minorenne, l’offerta dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare;
  • in caso di partecipazione tramite rappresentante andrà depositata procura speciale autenticata dal notaio o a mezzo procuratore legale ex art. 579 u.c. c.p.c.;
  • i dati identificativi del bene per il quale l’offerta è proposta;
  • l’indicazione del prezzo offerto – in linea con quanto sopra, a pena di esclusione – il tempo ed il modo del pagamento ed ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta;
  • il regime fiscale e le agevolazioni fiscali spettanti per l’acquisto ed espressamente richieste dall’acquirente;
  • l’espressa dichiarazione di aver preso visione della relazione di stima.

All’offerta dovrà essere allegato assegno circolare non trasferibile intestato a “Fall. 19/2007 Curatore Dott. Paola Cella”, per un importo pari al 10% del prezzo offerto, a titolo di cauzione.

L’offerta presentata è irrevocabile, pur non dando senz’altro diritto all’acquisto del bene, essendo facoltà degli Organi della Procedura valutare se dar luogo o meno alla vendita.

La persona indicata nell’offerta come intestataria del bene o che ha presentato l’offerta per persona da nominare ex art. 579 3° c. c.p.c. è tenuta a presentarsi all’apertura delle buste nel giorno, ora e luogo come sopra fissati.

In caso di più offerte valide si procederà a gara sulla base dell’offerta più alta, tempo per il rilancio 60 secondi, rilanci minimi pari ad euro 500,00 e il bene verrà aggiudicato a chi avrà effettuato il rilancio più alto, con verbale redatto dal Notaio e spese a carico dell’aggiudicatario.

Nel caso in cui non venissero presentate ulteriori offerte, l’immobile verrà aggiudicato all’unico offerente, con verbale redatto dal Curatore.

Il Curatore può sospendere la vendita qualora entro 10 gg. dall’aggiudicazione pervenga un’offerta irrevocabile migliorativa per un importo non inferiore al 10% del prezzo raggiunto durante la gara, cauzionato come indicato nei punti precedenti.

L’aggiudicatario dovrà effettuare a mani dello stesso Curatore il versamento del saldo del prezzo nel termine proposto nell’offerta ovvero entro 60 (sessanta) giorni dall’aggiudicazione; il trasferimento verrà effettuato avanti a Notaio scelto dal Fallimento ed il cui costo resterà a carico dell’aggiudicatario. Il G.D., una volta saldato il prezzo, emetterà proprio decreto di cancellazione dei pregiudizievoli a norma dell’art. 108 l.f..

In ogni caso, le spese relative alla cancellazione delle formalità pregiudizievoli, le spese di voltura e di trasferimento, da formalizzarsi a cura del Notaio rogante, sono a carico dell’aggiudicatario.

Il Curatore, Dott.ssa Paola Cella, potrà fornire ogni ulteriore informazione e far visionare i beni posti in vendita, previo appuntamento telefonico, presso il proprio Studio in Udine, Via del Gelso 35 (tel. 0432.21202 cell. 349.3811064).

Udine, 14 luglio 2017.

Il Curatore - Dott.ssa Paola Cella

X

Iscriviti alla newsletter

Email INVIA
check Ho letto e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Leggi l'informativa